CORSO OPERATORE DEL PIERCING
26 Settembre 2022
ACCADEMIA E FORMAZIONE, Via Bologna 41 - Ciampino (Roma)

OPERATORE DELLE ATTIVITA’ DI PIERCING

L’operatore abilitato all’esercizio delle attività di piercing ai sensi dell’art.2 della legge regionale n° 2 del 3
marzo 2021 “Disposizioni relative alle attività di tatuaggio e piercing” esegue in autonomia, in condizioni di igiene e sicurezza, la perforazione di una qualsiasi parte del corpo allo scopo di inserire anelli o altri monili
di diversa forma o fattura, rispettando la normativa nazionale e gli specifici indirizzi regionali per la prevenzione dei rischi.

RAPPORTO FRA UNITÀ DI COMPETENZA E UNITÀ DI RISULTATI DI APPRENDIMENTO
Unità di Competenza ed Unità di Risultati di Apprendimento
Inquadramento della professione

Accoglienza del cliente:
Informare il cliente ed applicare la normativa sulla privacy

Esecuzione del piercing nel rispetto delle norme sanitarie, di sicurezza
e prevenzione:

Anatomia e fisiologia del derma, stati fisici e patologie rilevanti
Applicare la normativa sui prodotti non alimentari pericolosi
Comprendere ed evitare possibili effetti collaterali e complicazioni
Realizzare piercing – Tecniche
Realizzare piercing – Esercitazioni pratiche

Lingua inglese veicolare

Organizzazione e gestione dell’ambiente di lavoro nel rispetto delle
norme sanitarie, di sicurezza e prevenzione, ambientali – Piercing:

Applicare le disposizioni igienico-sanitarie – Fondamenti
Applicare le disposizioni – Esercitazioni pratiche
Conservare i prodotti e smaltire i rifiuti – Piercing
Assicurare la salute e sicurezza nel luogo di lavoro

GESTIONE DEI CREDITI FORMATIVI

Credito di ammissione

– Crediti formativi di frequenza in caso di possesso di attestato di qualifica o attestato di frequenza con profitto, rilasciati da Regioni o da Province Autonome o
da altri Stati Membri dell’U.E., non antecedenti al 1998, relativo all’esercizio di attività di piercing, con riferimento a percorsi formativi di durata complessiva,
anche cumulata, di almeno 200 ore, incluso tirocinio curriculare. Il riconoscimento dei crediti, che può giungere al 100% della durata del percorso formativo,
è svolto direttamente dalla Regione Lazio, ad istanza del possessore dei requisiti richiesti, esclusivamente attraverso esame della documentazione fornita. È
facoltà del richiedente integrare la documentazione obbligatoria con ulteriori evidenze, anche di parte seconda privata, utili al fine della valutazione degli
apprendimenti maturati.

– Unicamente nel caso di riconoscimento del 100% della durata del percorso formativo, la Regione riconosce l’equivalenza tra la qualificazione in possesso del
richiedente e la qualificazione di operatore delle attività di piercing, finalizzata all’esercizio delle relative attività.

– Crediti formativi di frequenza attraverso procedura ordinaria: percentuale massima riconoscibile 30% sulla durata di ore d’aula ed esercitazione, al netto de-
gli eventuali crediti con valore a priori.

– Crediti formativi con valore a priori

Svolgimento di attività professionale di piercing, per almeno due anni, anche non continuativi, negli ultimi cinque, dimostrata da contratti di lavoro e dichia-
razione delle mansioni svolte, a cura delle imprese titolari del rapporto di lavoro. Riduzione di durata delle esercitazioni pratiche e/o del tirocinio curriculare,da applicare proporzionalmente alle Unità di Risultati dell’Apprendimento n. 4 e 10
secondo la seguente tabella:

Durata dell’esperienza                                   Credito relativo ad esercitazioni o tirocinio
Due anni negli ultimi cinque                                                               25 ore
Tre anni negli ultimi cinque                                                                 50 ore
Quattro anni negli ultimi cinque                                                       75 ore

Artestetica è la scuola per tatuatori di riferimento nel Lazio: Guarda il programma e contattaci per qualsiasi informazione tu voglia richiederci!